@romagnadascoprire - Romagna da Scoprire

⛰🏰🌳⛪🌊 Seguiteci in un viaggio fra storia, arte e natura...
105
Media
1261
Followers
580
Following
General Interest
Category

Photos of @romagnadascoprire

⛪PIEVE DI SAN MAURO IN VALLE, Cesena, Fc⛪

Le tracce archeologiche più antiche di un edificio r ...

May 20, 2019

⛪PIEVE DI SAN MAURO IN VALLE, Cesena, Fc⛪ Le tracce archeologiche più antiche di un edificio religioso risalgono all'VIII-IX secolo, mentre l'impianto basilicale della struttura attuale è ascrivibile al XII secolo. A tale periodo risalgono anche l'abside circolare, la cripta e le finestrelle originali della navata destra. Fra le numerose modifiche quella più significativa risale al 1819, volta ad adattare alcuni elementi ad un gusto tardo-barocco. Durante la Seconda Guerra Mondiale l'edificio subì ingenti danni e fu G. Malmerendi, negli anni '50, a sovrintendere un restauro che cercò di ripristinare le forme romaniche. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #cesena #chiese #romanico #medioevo

🏰CASTELLO DI CORIANO, Rn🏰

Già dall

May 19, 2019

🏰CASTELLO DI CORIANO, Rn🏰 Già dall'XI-XII secolo, il Castello di Coriano risulta essere una delle più importanti fra le numerose fortificazioni di un'area del riminese dalle precarie condizioni di sicurezza e di denso popolamento. Nel 1209 Coriano passò dai Carpegna alla Chiesa ravennate e la struttura risultava già particolarmente antica. Nel 1356 il borgo fu affidato ai Malatesta e nel 1371 esso appare come dotato di un significativo sistema difensivo. La prima cinta muraria fu realizzata nel corso del XIV secolo, insieme ad ulteriori elementi architettonici di difesa, ma gradualmente comparirono anche edifici pubblici: nel 1421 venne edificata una casa del comune, poi dotata di capitano, notaio ed assemblee pubbliche. La costruzione dell'attuale Rocca si colloca alla metà del XV secolo, quando vennero ammodernate anche altre fortificazioni del riminese, come San Giovanni in Marignano (1442), con la quale Coriano presenta alcune analogie. La Rocca non fu concepita come residenza, bensì come struttura militare, in cui sostarono condottieri come Giovanni da Tolentino (1442), Bartolomeo Colleoni (1444) e Braccio da Montone (1446). Dopo che Federico di Montefeltro, nel 1461, occupò la fortificazione, Sigismondo Malatesta, riappropriatosene nel 1463, e, dal 1469, Roberto Malatesta ed il figlio Pandolfo IV rinnovarono la struttura. Roberto, in particolare, ampliò il perimetro delle mura e le dotò di nuovi bastioni. Nel 1504 Coriano fu occupata dalla Repubblica di Venezia, fino al 1509. Nel 1512 si segnala il saccheggio delle campagne circostanti da parte delle truppe spagnole, che bruciarono anche la porta del castello. Nel 1528 papa Clemente VIII concesse quest'ultimo ai Sassatelli di Imola, che vi mantennero il loro controllo sino al 1579-80, dopo di che esso tornò alla Camera Apostolica, poi, dal 1605, al Comune di Rimini. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth

⛪PIEVE DI SAN DONATO, Polenta, Bertinoro, Fc⛪

La prima menzione della Pieve risale al 911, ment ...

May 18, 2019

⛪PIEVE DI SAN DONATO, Polenta, Bertinoro, Fc⛪ La prima menzione della Pieve risale al 911, mentre un'epigrafe menziona importanti lavori si restauro nel 1075. L'interno presenta una pianta basilicale, con copertura a capriate lignee. Elemento significativo risultano essere i capitelli, i quali fondono elementi decorativi di repertori diversi, longobardo e bizantino. Sotto il presbiterio rialzato si segnala la presenza di una cripta. Il luogo risulta legato a Giosuè Carducci, che trasse dal luogo ispirazione per l'"Ode alla Chiesa di Polenta", in cui egli immagina Dante, esule da Firenze, pregare nella Pieve. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #bertinoro #chiese #romanico #medioevo

DOZZA (Bo), galleria d’arte a cielo aperto🎨

Oltre ad essere uno dei borghi più belli d’Ital ...

May 17, 2019

DOZZA (Bo), galleria d’arte a cielo aperto🎨 Oltre ad essere uno dei borghi più belli d’Italia è la città dei Murales. Il paese ha dato una svolta alla sua popolarità negli anni Sessanta, trasformandosi in una tela sulla quale gli artisti potevano dare sfogo alla propria fantasia: nacque così la Biennale del muro dipinto, una rassegna che nel mese di settembre degli anni dispari accoglie i più grandi esponenti della street art che lasciano a questa bella cittadina dei capolavori sempre nuovi, che si aggiungono a quelli già esistenti dando vita ad una straordinaria galleria d’arte. Sotto ogni dipinto è presente il nome dell’artista che l’ha creato e l’anno di produzione. Tante sono le opere che si possono ammirare, tra le più famose abbiamo “L’Angelo di Dozza” di Giuliana Bonazza e “Arcobaleno” di Alfonso Frasnedi che è stato pitturato sull’arco che porta in Via XX Settembre, che separa il Palazzo Comunale dal Museo di arte sacra. Altra cosa che caratterizza Dozza è la Rocca Sforzesca, di cui presto vi parleremo. Impossibile non innamorarsene! #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #streetart

Diga di Ridracoli, Bagno di Romagna (FC)

Progettata alla fine degli anni

May 16, 2019

Diga di Ridracoli, Bagno di Romagna (FC) Progettata alla fine degli anni '70, la Diga di Ridracoli è costituita da un lago artificiale formato dallo sbarramento del fiume Bidente. Il lago ha un'estensione di oltre tre chilometri, articolato tra le montagne del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna ( parcoforestecasentinesi ), in un territorio dalle incredibili risorse naturali e paesaggistiche. Superata la diga, infatti, è possibile imboccare alcuni dei sentieri del parco, passeggiare immersi nella natura vegetale e geologica: estremamente d'impatto sono le formazioni marnoso-arenacee che caratterizzano queste rocce. Consigliatissimo, dopo una camminata, il pranzo al Rifugio Cá di Sopra! #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #appennino #montagna #nature #forestecasentinesi #romagnatoscana

MURALI A FORLì

Riqualificare edifici del centro storico trasformandoli in un

May 15, 2019

MURALI A FORLì Riqualificare edifici del centro storico trasformandoli in un'enorme opera d'arte? Grazie a muralistreetart è possibile! Anche per l'anno 2019 sono stati promossi momenti di coinvolgimento della cittadinanza e promozione della Street Art Contemporanea. Artisti come sema.lao , Pigeon, andrea_ravo_mattoni hanno contribuito a diffondere arte, cultura e colore per i muri della città! #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #streetart #murales #forlì #myForlì

🏰 La Rocca Malatestiana di VERUCCHIO (RN) 🏰

La Valmarecchia è caratterizzata dalla presenza  ...

May 14, 2019

🏰 La Rocca Malatestiana di VERUCCHIO (RN) 🏰 La Valmarecchia è caratterizzata dalla presenza di numerosi picchi e colline, sfruttati da tempi antichissimi come insediamenti in virtù della loro funzione strategica. La collina su cui sorge Verucchio, alta circa 350 metri s.l.m., risulta fosse abitata già tra il IX e il VI secolo a.C. da un fiorente villaggio villanoviano di notevole importanza militare e commerciale. Con la stessa funzione di controllo, a distanza di secoli fu costruita una torre fortificata, poi trasformata nella Rocca detta appunto del “Sasso” per la sua collocazione su uno dei due speroni rocciosi che formano la rupe. Fonti scritte datano l’esistenza del castello già al X secolo, ma almeno dal 1197 risulta con certezza essere di proprietà dei Malatesta. Essi mantennero il controllo della Rocca per circa tre secoli, durante i quali il borgo e il castello subirono numerosi interventi, raggiungendo la massima espansione nel corso del XV secolo. In particolare, Verucchio è collegata alla figura del Mastin Vecchio dantesco, il Malatesta che si faceva chiamare “di Verucchio”, principale artefice della fortuna politica ed economica della famiglia. Egli amplia la rocca accanto alla torre preesistente e rafforza la struttura del XII secolo. Porta il suo nome l’antica torre diroccata situata nel cortile della cisterna, la cui parte inferiore, probabilmente di epoca romana, è saldamente ancorata nella roccia. Sigismondo Pandolfo Malatesta apporta i cambiamenti maggiori alla struttura del castello, facendo eseguire importanti lavori di ampliamento che interessano sia la rocca del Sasso che quella posta sul secondo picco di Verucchio, detta del Passerello. Altre informazioni sulla nostra pagina Facebook. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #verucchio #valmarecchia #noverocche

🏰CASTROCARO, Fc🏰

La Rocca di Castrocaro sorge su un

May 13, 2019

🏰CASTROCARO, Fc🏰 La Rocca di Castrocaro sorge su un'altura di roccia calcarea, tipica di questa zona della Romagna, detta sasso spugnone. Essa si sviluppò fra XI e XV secolo in più fasi di espansione, componendosu su tre aree: la Rocca vera e propria, la Murata ed il Girone. Già nel IX secolo è probabile che Castrocaro fosse dominata dei Berengari, mentre nel X secolo si sviluppò, a partire da una struttura di avvistamento bizantina, la torre da cui ebbe origine il maschio della Rocca. Nel 1118 i conti Pagani, vassalli dell'Arcivescovo di Ravenna, assunsero il controllo del feudo, conferito loro dal papa stesso. I Pagani diedero vita ad un comitato rurale più esteso dei limiti territoriali della Pieve di Santa Reparata, conferendogli una configurazione autonoma. L'imperatore Federico Barbarossa fu ospite del castello nel 1160 e nel 1164. Altre informazioni disponibili sulla nostra pagina Facebook. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #romagnatoscana #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography #castrocaro #medioevo #castello #appennio #middleages

🏰Castello di Bascio (Pennabilli, RN) e il 
Del castrum Bascii si ha notizia per la prima volta ne ...

May 12, 2019

🏰Castello di Bascio (Pennabilli, RN) e il Del castrum Bascii si ha notizia per la prima volta nel 1140, come territorio di pertinenza degli Oliva da Pignano. Nel 1319 risulta di proprietà dei conti Carpegna del ramo di Gattara, ma con l'estinzione di questi, avvenuta nel 1409, il castello di Bascio passa a Galeazzo Malatesta, signore di Pesaro. Dopo essere tornato in mano ai Carpegna, nel 1685 viene eretto a principato e resta autonomo e indipendente fino al 1819, anno dell’annessione allo stato Pontificio. Il piccolo abitato, edificato in linea retta lungo una stretta strada acciottolata, è formato da due file di case in pietra arenaria, in gran parte restaurate. Al termine della breve salita, si nota sulla destra la chiesa intitolata a San Lorenzo. Sul culmine della collina, a 700 m di altezza, si trova la Torre di Bascio, l’unico elemento che rimane dell’antico castello che dominava tutta la sottostante valle del Marecchia. Essa è databile tra il XII e il XIII secolo, ha pianta quadrata, è alta 21 metri e ha porta di accesso rialzata. Era il mastio del castello posto a presidio dell’antica strada che dall’Adriatico conduceva a Roma; questo rappresentava un importante punto di vedetta e segnalazione, ma era anche luogo di rifugio per gli abitanti del borgo. La muratura è in pietrame irregolare, mentre l’incorniciatura dell’ingresso, le andature degli spigoli e la finestra sono realizzati in grossi conci di arenaria di buona finitura. 🍃 Alla base della Torre, sulla collina che domina la valle, Tonino Guerra ha deciso nel 1991 di collocare uno dei suoi sette “Luoghi dell’anima”. Si tratta del "Giardino pietrificato", sette tappeti di ceramica realizzati dallo scultore riminese Giò Urbinati, che Guerra volle dedicare, secondo la sua intuizione poetica, a sette personaggi storici che sono passati, hanno vissuto o lasciato un segno nell’Alta Valmarecchia. #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #discoverearth

E

May 11, 2019

E' QUI - UN PERCORSO FRA LUOGHI, PERSONE E ARTE. La mostra, ospitata presso la fondazionedinozoli (Forlì) sarà attiva fino al 9 giugno 2019. Si tratta di una sperimentazione dai toni introspettivi che ha coinvolto gli studenti dell' ababologna , i ragazzi delle cooperative sociali La Fraternita Cooperativa Sociale e arcadinoebologna , e la Dino Zoli Textile. La cooperazione è stata virtuosa: i ragazzi delle cooperative hanno espresso idee ed emozioni, successivamente tradotte in design dagli studenti dell'Accademia, infine stampate sui tessuti della DZ Textile. Il risultato? 29 originalissime sedie esposte nel percorso di visita ma visibili solo attraverso piccole fessure, a sottointendere la difficoltò della visione integrale nelle relazioni umane. #myForlì #forlì #art #arte #romagna #romagnadascoprire #italy #photography #travel #inemiliaromagna #photogram #picoftheday #photooftheday #iloveitaly #borghitalia #igphoto #ig_worldclub #ig_captures #igersitalia #worldbestagram #istantiindelebili #secondolamiaprospettiva #borghiitaliani #italian_places #yallersitalia #italia360gradi #turismoer #discoverearth #landscapephotography